CENA DI GALA PER GOURMET INTOLLERANTI

cena-gala
Locandina della Cena di Gala organizzata da Il Mondo delle Intolleranze

Non è una cena per persone bisbetiche e insofferenti, ma per gourmet che non tollerano alcuni componenti contenuti nel cibo, glutine e lattosio in primis. Un appuntamento pensato per buongustai che da un po’ di tempo, grazie a Dio, non sono più relegati in un mondo gastronomico a parte. Ogni ristorante che si rispetti, infatti, ha sempre in carta piatti privi di glutine, un elenco in cui il “senza” non va inteso come una sottrazione di sapore o un minore tenore di gusto, né come una parola che rimanda a qualcosa di insipido. Tutt’altro.

Lo dimostra chiaramente la Cena di Gala che si terrà stasera (ore 20.00) al Golf Club di Carimate (in provincia di Como), magnifico luogo diretto da Michele Terreni e Michela Nardin, dove per la terza volta sbarca Il Mondo delle intolleranze, associazione regionale fondata da Tiziana Colombo.
Tre gli assi dei fornelli che metteranno le mani in pasta: Alessandro Negrini del milanese Luogo di Aimo e Nadia, Giancarlo Morelli del Pomiroeu (Soregno, MB) e il padrone di casa, lo chef Michele Terreni.

golf-club-carimate
Esterno del Golf Club di Carimate

Un tris di maestri che affronterà la sfida di preparare un Gran Menu da offrire ai buongustai che hanno delle intolleranze: piatti per autentici gourmet come, per esempio, il Tuorlo d’uovo tiepido accompagnato da quinoa croccante e calamaro al profumo di erbe, opera di Giancarlo Morelli, i Fusilli con gamberi siciliani, verdure di stagione e pasta di pistacchi all’erba limoncina di Alessandro Negrini, ma anche l’inconsueta, freschissima, Zuppetta di cetriolo, gin, melone e zafferano del resident chef Michele Terreni. Cosa ci sarà per dolce? Scopritelo, partecipando numerosi – intolleranti e non – alla serata innaffiata dalle bollicine Bortolomiol.

 

Info: info@ilmondodelleintolleranze.itwww.ilmondodelleintolleranze.it

Clara Ippolito

Credits Ristorante Golf Club di Carimate

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...