PIZZA GIALLO, SALSICCIA E PECORINO

Pizza Giallo, Salsiccia e Pecorino
Pizza Giallo, Salsiccia e Pecorino

Gli ingredienti per l’impasto della pizza del Piccolo Buco di Luca Issa sono un mix di farine (farro bianco, tipo 2 e 00 del Mulino Marino), a cui viene aggiunta acqua Plose (Dolomiti), olio evo della monocultivar Itrana e sale marino bretone. Pochissimo lievito di birra (con un’idratazione sul 65%), una lievitazione controllata (5°/7°) protratta per 72 ore completano la preparazione.
Spianata a mano, le materie prime che la condiscono sono stagionali, fresche e selezionate con un’attenzione particolare ai presidi Slow Food oltre che alle eccellenze regionali. Il fiordilatte, annosa questione riguardante numerose pizze senza patria e senza famiglia, al Piccolo Buco è solo quello d’Agerola (Monti Lattari), mentre la passata di pomodoro artigianale viene dall’azienda biologica pugliese Paglione. Tutto questo rende la pizza di questo locale inconfondibile e unica.

Ingredienti per il condimento:

  • Pomodorini gialli dell’Agro sarnese-nocerino (in barattolo al naturale)
  • Fiordilatte di Agerola
  • Salsiccia al coriandolo di Monte San Giacomo
  • Formaggio di Fossa di Sogliano Dop
  • Mentuccia romana

Preparazione

Regolatevi a seconda di quanti siete sia per l’impasto sia per la quantità dei condimenti. Spianate la pizza, adagiatevi sopra gli ingredienti, partendo dal fiordilatte, proseguendo con i pezzi di salsiccia e i pomodorini. Una volta cotta, ricoprite la pizza con una julienne di pecorino di Fossa e guarnite con delle foglioline di mentuccia.

Clara Ippolito

Credits: Pizzeria Piccolo Buco

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...