MOGGIO VINERIA, PASSIONE E GUSTO A VOLONTÀ

Le carte di Moggio Vineria
Le carte di Moggio Vineria

Nel suo piccolo questo locale fa le cose in grande: le intenzioni, infatti, sono più che lodevoli, considerato che alla base del progetto c’è una gran voglia di diffondere la cultura del buon bere e del buon cibo. Il che tradotto in altri termini significa che, al Quadraro, storico quartiere romano dove Moggio Vineria ha appena aperto i battenti, trovate prodotti tipici di qualità, buona compagnia e tanta convivialità.
L’offerta enogastronomica è stata ben pensata e ponderata dai due soci, campani di nascita e amici d’infanzia, con l’intento di svelare alla clientela che approda in Via dei Quintili 51 l’anima e l’essenza di piccoli produttori virtuosi. E il nome che vuol dire, vi starete sicuramente chiedendo? Probabilmente, qualcuno che ha anziani parenti contadini, avrà già sentito usare la parola moggio, che in fin dei conti altro non è che un unità di misura agraria, usata un tempo appunto per la misurazione del grano.

interno del locale
L’interno del locale

Termine adottato in questa nuova location del gusto sempre con il significato di contenitore, ma di vino, di relazioni, di condivisione non solo della tavola bensì di tutto quello che c’è prima dell’apparecchiatura. Non a caso, per arricchire il loro Moggio, i due proprietari hanno tessuto una bella tela di rapporti con vignaioli, agricoltori, allevatori e casari di buona volontà. Gente, tanto per capirci, come Carmelina Colantuono molisana di Frosolone (Isernia) che produce un Caciocavallo Podolico da urlo, grazie al fatto che le sue vacche di razza podolica seguono ancora la via della transumanza verso il Gargano, lungo le antiche tracce dei tratturi; mirabolante formaggio cui fanno eco i taralli al finocchietto girati a mano dal Forno Ze’Peppa di Caposele (in provincia di Avellino), la Ventricina del Salumificio artigianale La Genuina (Campobasso ), insaccato già Presidio Slow Food, o la stravagante Mozzarella di Pecora dell’azienda I Casali del Pino (Roma).

 I proprietari di Moggio Vineria
I proprietari di Moggio Vineria

Tutto questo e tanto altro ben di Dio è naturalmente accompagnato da una selezione di etichette di piccoli viticoltori che hanno trovato nel vino la loro ragione di vita. Bastino tre citazioni: dall’accattivante Fiano La Matta, rifermentato in bottiglia dell’azienda CaseBianche (in provincia di Salerno), al Verdicchio la Distesa, insolita espressione dell’eretico vignaiolo Corrado Dottori (Cupramontana, Ancona) fino all’austero Aglianico dal cuore rustico dell’azienda Musto Carmelitano (Maschito, Potenza). Peraltro, il bello è che ognuno di questi produttori ha un volto e una storia raccontata personalmente ai gourmet tra i tavoli di Moggio, con tanto di contorno di peculiarità dei territori di provenienza.

Clara Ippolito

www.moggiovineria.it

Credits: Moggio Vineria

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...