GAMBRINUS: IL CAFFÈ, UN PIACERE ANCHE D’ESTATE

La Granita di caffè del Gambrinus
La Granita di caffè del Gambrinus

Il Gambrinus è il più importante Caffè di Napoli: annoverato fra i locali storici più celebri della Penisola, è il salotto letterario partenopeo per antonomasia, celebre galleria d’arte oltre che anima della cultura cittadina. Nato nel 1860 al piano terra del palazzo della Foresteria, affacciato su Piazza del Plebiscito, diventa in breve tempo punto di riferimento del bel mondo napoletano, grazie anche alla fama dei suoi pasticceri, gelatieri e baristi provenienti da tutta Europa, cosa che gli vale il riconoscimento di “Fornitore della Real Casa”.
Prosperato fino al 1938, quando il prefetto Marziale ne ordina la chiusura, perché considerato luogo antifascista, agli inizi degli anni ’70 Michele Sergio dà inizio alla battaglia per recuperare i locali del famoso locale.

L’Espresso Martini del Gambrinus
L’Espresso Martini del Gambrinus

Riportato ai suoi antichi fasti, il Gran Caffè Gambrinus torna così a essere cuore pulsante della città, un luogo dove oltre al consueto e ottimo espresso nel corso degli ultimi anni sono state create numerose varianti della cosiddetta tazzulella ‘e café. Molte sono ricette estive realizzabili in poco tempo pure a casa: a partire dalla Crema caffè, altrimenti detta “Caffè del nonno”, risalente ai primi anni 2000, divenuta subito un grande successo, un classico immancabile della caffetteria partenopea che ben contrasta l’afa estiva, ma anche il Caffè mandorla che, secondo la ricetta napoletana, prevede quello fatto con la moka, versato tiepido in un bicchiere di vetro con quattro cubetti di ghiaccio al latte di mandorla. Dei veri e propri cult, cui si affiancano l’arcinoto Caffè freddo o Shakerato, ma anche lo Spumone e la Granita al caffè, o altre chicche quali l’Espresso Martini, il Caffè cocco, l’Iced cappuccino e la Coviglia al caffè. Un semifreddo artigianale quest’ultimo, esclusiva della pasticceria locale, di cui troverete la ricetta originale domani.

Clara Ippolito

www.grancaffegambrinus.com

Credits: Caffè Gambrinus

 

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...