L’OLIO GARDA DOP PROTAGONISTA DELL’ALMANACCO DI OLIO OFFICINA MAGAZINE

bottiglie di olio garda dop
bottiglie di olio garda dop

Il settimo numero dell’Almanacco di Olio Officina Magazine sarà interamente dedicato all’Olio Garda Dop, alla sua storia e alle sue peculiarità: l’edizione 2019, verrà presentata domani 2 febbraio alle 13.30 in Sala Leonardo, in occasione dell’Olio Officina Festival, evento dedicato alla cultura e alla conoscenza dell’olio ideato dell’oleologo Luigi Caricato. Alla presentazione interverrà Laura Turri, Presidente del Consorzio di Tutela Olio Garda Dop, che racconterà come il successo del turismo gardesano passi anche attraverso la bellezza del paesaggio dell’entroterra, caratterizzato proprio dalla presenza degli alberi di olivo.

La kermesse, giunta alla sua VIII edizione, si è aperta ieri al Palazzo delle Stelline di Milano e durerà fino a domani, contemplando molti eventi. Oggi alle 15.00, il maestro di dolcezze Manuel Marzari, guiderà lo showcooking “Dolci sani e leggeri con l’olio Garda Dop” ospitato nella Sala San Carlo Borromeo, dove illustrerà come preparare ottimi dessert senza latticini, senza glutine e senza uova, utilizzando l’olio Garda Dop e alternative materie prime eccellenti.
Lo stesso giorno, in Sala Chagall, sono previste altre due degustazioni di olio del Garda, una alle 10.00 e una alle 18.00, entrambe guidate dal vice presidente del Consorzio Andrea Bertazzi. 
Il tema scelto quest’anno da Olio Officina Festival, è Nostra Signora Pubblicità: uno sguardo sul modo di comunicare l’olio e su come le reclame influiscano sulla scelta finale del consumatore. Obiettivo del Festival fin dalla I edizione è, non a caso, quello di promuovere la conoscenza e il corretto consumo dell’olio, nonché la valorizzazione di una sana e corretta dieta alimentare.

Giordana Folengo

www.olioofficina.com

Credits Studio Cru

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...