SAPERE DI TAPPO

tappi di sugheroUna nota locuzione usata per dire che un vino ha assunto il sapore del sughero che lo sigilla, è il titolo di un nuovo e curioso libro. Sapere di tappo, La vera storia dell’oggetto più usato al mondo (Ronzani Editore) è, infatti, un volume scritto da Alessandro Zaltron (saggista e romanziere, inventore dei Romanzi d’impresa®) e Francesca Marchetto (formatore e consulente aziendale, responsabile del progetto Romanzi d’impresa™). L’idea è venuta a Gianni e Amerigo Tagliapietra, amministratori di Labrenta, azienda vicentina nata nel 1971 e specializzata in chiusure per il settore alimentare (vino, olio, birra, distillati e altro ancora).
La motivazione è stata quella di rendere giustizia a un oggetto dai mille volti che ha segnato la storia dell’umanità, fondendo l’ottica creativa con quella scientifica, l’evoluzione del design e la funzionalità del tappo: caratteristiche che da sempre convivono in quest’oggetto e che rappresentano le linee guida dell’attività di Labrenta. 
tappi
Nel progetto ha creduto Ronzani Editore, giovane casa editrice vicentina che si sta imponendo per la qualità della propria proposta culturale, la cura materiale dei propri libri e l’attenzione al rapporto col territorio e con le imprese.
Così la storia del tappo è diventata un’avventura quasi epica da raccontare a un pubblico più vasto rispetto agli appassionati del tema; le illustrazioni del volume (acquistabile al prezzo di 23 € in libreria o nei migliori shop online) sono state realizzate dal disegnatore Antonio Carrara.

Clara Ippolito

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...