HOTEL VILÒN. GUSTO E CHARME NEL CUORE DI ROMA

Gabriele Muro, chef del ristorante Adelaide
Gabriele Muro, chef del ristorante Adelaide

A Campo Marzio, uno dei rioni più antichi di Roma, c’è un raffinato luxury hotel, un cinque stelle incastonato come una gemma in un’ala di Palazzo Borghese. Si chiama Vilòn, in ebraico ‘velo’ e nella kabala ‘passaggio obbligato’: un nome più che mai adatto a un luogo colmo di fascino e mistero.
Proprietà di una Holding, la Wellingthon Polo Fashion, le diciotto camere e le suite regalano agli ospiti un soggiorno principesco, con tanto di ristorante, Adelaide (intitolato alla principessa moglie di Scipione Borghese): tavola dalla grande personalità, aperta al pubblico esterno sin dalla prima colazione, incipit di giornata gourmet che fa la differenza nell’alta hôtellerie.
Merito dello chef Gabriele Muro, giovane di acclarata e prestigiosa formazione, approdato qui all’ennesima esperienza come “cuoco di casa”, nell’accezione antica del termine, nel senso che alla cucina si dedicano ore e ore per cui al patron si possono chiedere anche piatti del cuore della tradizione partenopea cui appartiene (quella dei monzù), affiancati da pietanze frutto dell’estro e del gusto più contemporaneo.

E poi per chiudere in bellezza il pranzo o la cena si va In Salotto, nel Longue Bar del Vilòn, regno di Maddalena Rodriguez, bar lady nativa del Costa Rica, un asso della mixology che nei sui cocktail mescola al meglio fascino e talento.
La sua cifra stilistica ha sfumature tropicali che affondano nei profumi e negli aromi delle acque aromatizzate di sua invenzione, mentre le spezie, le erbe aromatiche e i fiori creano – insieme a rum, tequila e mezcal, suoi amati distillati – vere suggestioni liquide. Quelle dei suoi cocktail che includono anche dei classici dimenticati e riproposti, come l’Hemingway Daiquiri, il Bamboo Martini e, non ultimo, il 100 years of Negroni, omaggio alla nascita del noto drink.
“Pura Vida”, concetto che racchiude al meglio l’essenza della passione di Magdalena.

Clara Ippolito

www.hotelvilon.com

Credits Hotel Vilòn

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...