SOUL E CIBO DI STRADA ANCORA UNA VOLTA A BRACCETTO

Preparazione di una delle delizie dello Street Food
Preparazione di una delle delizie dello Street Food

Soul e Streefood, musica per le orecchie e sapori per il palato: a Porretta Terme (Bologna), da oggi fino a domenica 21 luglio prosegue la collaborazione tra l’associazione nazionale Streetfood (alla sua 32esima edizione) e il Porretta Soul Festival.
Dal 1988 il più prestigioso appuntamento europeo dedicato interamente alla musica soul e rhythm & blues, è uno dei più importanti in Italia oltre che in Europa per gli amanti del genere musicale. Nel centro storico della cittadina si tengono concerti gratuiti dal mattino fino a sera animati dal Soul & Streetfood Village, il tutto all’insegna dei migliori sapori di strada provenienti dal Bel Paese e dal mondo.

Cartoccio di frittura ittica prêt à manger
Cartoccio di frittura ittica pret à manger

“Una collaborazione che ormai si rinnova con la naturalezza che ha l’incontro tra questo genere di musica e il cibo di strada stesso”, spiega Massimiliano Ricciarini, presidente di Streetfood; “il claim di questo matrimonio fortunato è il Soul Food (il Cibo dell’Anima), quello di strada fatto con passione dai tanti produttori che seguono la nostra associazione, l’unica in Italia a certificarne qualità e tradizione”.
Note e sapori sono, infatti, il fulcro di questo storico festival che attira migliaia di visitatori da ogni dove, in cui saranno presenti cibi italiani e stranieri: dalle specialità siciliane a quelle pugliesi, toscane, marchigiane, romane e via dicendo, fino a quelle spagnole e inglesi. A rinfrescare il palato l’ottima birra artigianale a marchio Streetfood e il Prosecco Doc nel truck infopoint della piazza del gusto.

Clara Ippolito

Credits: StreetFood

 

 

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...