COLLI BERICI E GAMBELLARA: BUONA LA PREVISIONE PER LE VARIETÀ AUTOCTONE

“Si prospetta un’annata positiva per i produttori del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e del Consorzio Tutela Vini Gambellara: così Giovanni Ponchia, direttore di entrambe le realtà consortili, in occasione del Trittico Vitivinicolo, l’iniziativa organizzata da Veneto Agricoltura che tre volte l’anno fa il punto sullo stato vegetativo e fitosanitario della viticoltura del Veneto, mettendola in rapporto anche all’andamento meteo del primo semestre dell’anno.

Il direttore delle due realtà consortili, il Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e il Consorzio Tutela Vini Gambellara
Il direttore delle due realtà consortili, il Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e il Consorzio Tutela Vini Gambellara

“Anche se è prematuro affermarlo con certezza”, ha spiegato il direttore, “possiamo pensare che questa sarà un’annata ottimale per le varietà tardive: i vitigni autoctoni simbolo dei due Consorzi, il Tai Rosso per i Colli Berici e la Garganega per il Gambellara, registrano infatti una buona uniformità nella conformazione dei futuri grappoli, nonostante il discreto anticipo nelle fasi fenologiche”. L’assenza di fenomeni grandinigeni e le piogge degli ultimi giorni – che hanno ripristinato le riserve idriche di entrambi i territori – fanno ben sperare in una raccolta favorevole, che potrebbe iniziare con una decina di giorni di anticipo.

Vigneti dei Colli Berici
Vigneti dei Colli Berici

Di contro, dalle analisi del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza è emersa invece una leggera sofferenza delle varietà precoci, in particolare Pinot e Chardonnay, per le quali si prevede un notevole calo della resa; accanto a loro è stata riscontrata anche una difformità nelle diverse fasi fenologiche per Cabernet e Merlot: le viti, difatti, sembrano risentire dell’eccesso di piovosità dell’anno passato e presentano perciò tralci leggermente indeboliti che porteranno a una probabile flessione, oscillante tra il 5 e il 10% della resa.

Clara Ippolito

www.consorzio.bevidoc.it   www.consorziogambellara.com

Credits Studio Cru

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...