HALLOWEEN. UNA NOTTE DA BRIVIDO CON IL LIGHTY JACK DI VINCENZO TROPEA

Halloween è arrivato e per festeggiarlo degnamente eccovi un drink d’autore a base di zucca, il Lighty Jack firmato dal bartender e bar manager Vincenzo Tropea in forze al rinomato ristorante Pierluigi di Roma. Un twist su un classico Gimlet Cocktail con il Seven Hills Italian Dry Gin e le sue botaniche romane, un cordiale di zucca e finocchietto homemade e il Maraschino Pallini rende questa festa gustabile anche in un bicchiere. Il cocktail è, infatti, raffinato e spregiudicato, perché omaggia la tradizione universale della zucca nella notte di Ognissanti, strizzando l’occhio alla terrificante leggenda di Jack-O-Lantern, che racconta di un uomo il quale, una volta beffato il diavolo, è costretto a vagare con la propria anima in una lanterna. Il sapiente gioco di mistura sostiene l’anima decisa di questo drink, esaltando la luce delle materie prime e fornendo a chi beve un’esperienza visiva oltre che sensoriale ideale per una notte da brivido.

LIGHTY JACK


Ingredienti

  • 60 ml di Seven Hills Italian Dry Gin
  • 30 ml di cordiale di zucca e finocchietto homemade 
  • 3 drops di Maraschino Pallini
    *Per questo cordiale si usa una zucca, precedentemente frullata, da mettere in un pentolino con un rametto di finocchietto selvatico, zucchero, il succo di 4 lime, 2 limoni con relative scorze, acqua e acido citrico.

Bicchiere

  • Nick and Nora

Garnish

  • Corallo di patata viola
Vincenzo Tropea, bartender del Ristorante Pierluigi a Roma
Vincenzo Tropea, bartender del Ristorante Pierluigi a Roma


Preparazione del Lighty Jack

Con la tecnica dello Shake and Strain, versate all’interno di un cobbler shaker (o shaker a tre pezzi) i tre ingredienti, del ghiaccio a cubi e shakerate vigorosamente. Versate in una coppa, precedentemente raffreddata, filtrando il tutto con un colino per evitare eventuali residui di ghiaccio e zucca. Guarnite con un corallo di patata viola cotto al forno.

Clara Ippolito – Vincenzo Tropea


www.pierluigi.it

Credits Ristorante Pierluigi

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...