LE NUOVE COPPETTE DI ALBERTO MARCHETTI

Torino è protagonista delle nuove coppette gelato di Alberto Marchetti, il noto Maestro Gelatiere torinese: oggetti cult firmati dall’illustratore Giovanni Gastaldi che riproducono quattro storie di altrettanti personaggi, ambientante in alcuni degli angoli più caratteristici del capoluogo sabaudo. Piazza San Carlo, Porta Nuova, Lungo Dora e Porta Palazzo, infatti, prendono vita sulla ceramica grazie a un progetto realizzato con la stessa cura e filosofia proprie di Alberto, le stesse che usa nel preparare i suoi straordinari gelati.

Una delle coppette di Alberto Marchetti
Una delle coppette di Alberto Marchetti

Prodotte da Besio 1842, storica azienda artigiana monregalese a gestione familiare portatrice della vera tradizione dell’antica ceramica, sono magistralmente decorate dal talentuoso Gastaldi, già illustratore per importanti marchi come San Bernardo ed Einaudi ma anche per la rivista The Economist.

Il set di coppette di Alberto Marchetti
Il set di coppette di Alberto Marchetti


Un progetto tutto piemontese che è un omaggio alla città oltre che un pezzo di design insignito di un importante riconoscimento, perché selezionato tra i vincitori della 62a edizione del prestigioso concorso internazionale Illustration Annual indetto dalla rivista di design americana Communication Art. Uno dei principali riconoscimenti al mondo dedicati agli illustratori, anche in ambito pubblicitario, dove le coppette di Marchetti si sono collocate tra i 120 migliori lavori su quasi 5000 iscritti. Si possono trovare in tutti i negozi Alberto Marchetti e, naturalmente, sul suo sito.

Clara Ippolito

www.albertomarchetti.it

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...