PANE&PANETTIERI D’ITALIA 2022

È stata presentata la terza edizione Pane&Panettieri d’Italia 2022 del Gambero Rosso realizzata in collaborazione con Petra-Molino Quaglia (8.90 € in libreria e on line).

La cover della guida Pane&Panettieri d’Italia 2022 di Gambero Rosso

Trascorso finalmente il 2020, anno in cui ha prevalso la voglia degli italiani di mettere le mani in pasta durante il lockdown, finalmente è arrivata per il buon pane un’attesa rivincita.
A dimostrarlo la nascita di forni diffusi, forni con negozi virtuali, bakery di ultima generazione con bistrot e caffetteria annessi, frutto di un’attenzione rinnovata intorno al pane, nuova frontiera del gusto. Una crescita resa possibile grazie al contributo di tanti professionisti che, costretti dalle circostanze a interrompere o comunque a ridurre drasticamente le attività, hanno impiegato le loro energie nella panificazione.
Sono, infatti, nati laboratori paralleli che hanno avuto una duplice funzione: da un lato, hanno salvato posti di lavoro, dall’altro, hanno avviato nuove prospettive, stimolando lo sviluppo del settore in cui i giovani sono sempre più protagonisti. Il pane è diventato così un prodotto da tutelare con un’attenzione rigorosa alla scelta delle materie prime, dalle farine al lievito: un pane sempre più etico e sostenibile, come tutti vorremmo che fosse il futuro verso il quale ci incamminiamo.
“In questa terza edizione della guida Pane&Panettieri vogliamo celebrare il pane come prodotto tradizionale ma al tempo stesso in continua evoluzione”, ha detto Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso.  “È iniziata una nuova era per i maestri panificatori, che grazie al loro impegno e alla loro passione stanno rivoluzionando un settore che coinvolge sempre più i giovani, futuri protagonisti dell’arte bianca”.

“Ci impegniamo da sempre a promuovere i maestri che con grande abilità esaltano le nostre produzioni agroalimentari di qualità, sia a livello nazionale sia internazionale”, ha aggiunto l’Amministratore Delegato Luigi Salerno. “Le nostre pubblicazioni, non a caso, sono lo specchio del costante supporto ai maestri che con impegno e attenzione trasformano le produzioni di qualità in prodotti unici al mondo”.
50 i panifici premiati con il massimo punteggio dei Tre Pani: al vertice la Lombardia (8 esercizi premiati) seguita da Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio con 6, la Sicilia con 4, la Puglia con 3, Toscana, e Campania con 2, Valle d’Aosta, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Marche, Basilicata e Sardegna con 1. Il premio Pane dell’anno è stato assegnato a Pane al Cioccolato Fondente Pezz de Pane di Frosinone, mentre il Panettiere emergente è Stefano PriolodelPanificio Casa Priolo di Bojano (Campobasso).

Clara Ippolito

www.gamberorosso.it

Credits Gambero Rosso

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...