BAR D’ITALIA DI GAMBERO ROSSO 2022

Oltre 1130 indirizzi segnalati con più di 50 new entry, 43 i locali che hanno ricevuto il massimo riconoscimento dei Tre chicchi e delle Tre tazzine con 3 nuovi ingressi, Caffè Cavour 1880 (Bergamo), L’Ile Douce (Milano) e CM Centumbrie a Magione (Perugia). 22 i locali della categoria Stelle (ovvero gli esercizi che hanno ottenuto il massimo punteggio per 10 anni consecutivi) con l’ingresso di Morlacchi a Zanica (Bergamo), Gran Caffè Quadri di Venezia e Il Chiosco a Lonigo (Vicenza); da segnalare il premio Aperitivo dell’Anno a Clivati, un riconoscimento tornato a Milano, la città che per prima ha dato il via al rito che ormai fa parte della vita degli italiani.
La guida Bar d’Italia 2022 di Gambero Rosso (pp. 392, 10 €) in partnership con illycaffè giunge con questi dati alla sua XXII edizione, celebrando il ritorno alla normalità con i tavolini dei bar nuovamente affollati in ogni momento della giornata: per la colazione, per il break di mezzogiorno, per l’aperitivo serale.

La cover di Bar d’Italia 2022

Una ripartenza che non si lascia completamente alle spalle né le difficoltà dovute alla pandemia, il rapporto in passivo fra nuove aperture e chiusure, né alcuni problemi di servizio per via del personale ridotto, problematiche tuttora presenti. La coscienza di sapere che nulla sarà come prima porta però con sé, insieme alla voglia di rinascita, anche nuove consapevolezze per questo segmento: temi come sostenibilità, valorizzazione del territorio, cura degli ambienti e flessibilità dell’offerta non sono più soltanto optional ma elementi cardine, cui prestare attenzione per offrire al cliente la migliore delle esperienze.

Chicchi di caffé


“Siamo felici di presentare questa nuova edizione della guida Bar d’Italia”, ha dichiarato Paolo Cuccia, Presidente di Gambero Rosso. “Prosegue la collaborazione con il nostro storico compagno di viaggio illycaffè, azienda eccellente del made in Italy con cui, non a caso, si incrociano i nostri percorsi. Anche Gambero Rosso riserva, infatti, costante attenzione alla tematica della sostenibilità; non a caso la nostra Fondazione è socia di Asvis e tra i fondatori di Equalitas”, ha concluso. “Il bar ha sancito il nostro vero ritorno alla normalità”, ha continuato l’Amministratore Delegato Luigi Salerno. “Il settore, nonostante le inevitabili difficoltà, ha saputo mettersi alla prova puntando su una visione innovativa per il futuro: nuove idee, nuovi obiettivi e nuove possibilità, come Gambero, continueremo a supportare i locali che mantengono alti gli standard qualitativi”.

Clara Ippolito

http://www.gamberorosso.it

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...