BERE BENE DI GAMBERO ROSSO 2023

Giunta alla sua trentaduesima edizione, la guida Berebene di Gambero Rosso 2023 (464 pp., € 11.90 in libreria, in edicola e on line) è uno strumento indispensabile per chi nei vini cerca la qualità ma anche il giusto prezzo. E proprio a questi wine lover viene raccontato il meglio dell’enologia italiana in un anno senza precedenti per il rialzo dei costi, situazione in cui questo vademecum riafferma la straordinaria accessibilità del vino italiano. È un’edizione ricca di diverse novità: intanto, vi si trova la soglia d’ingresso che è passata da 13 a 15 euro, i premi speciali segnalati su scala nazionale suddivisi per tipologia e l’inserimento del miglior vino entro i 5 euro.

In appendice sono riportate non solo le migliori enoteche contrassegnate con i Tre Cavatappi (in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo), ma anche i ristoranti, soprattutto osterie e trattorie, dove si può ancora sperimentare un pasto autentico e completo entro i 40 euro, prezzo in piena sintonia con la filosofia di questa pubblicazione. Nell’edizione 2023 sono 881 le etichette selezionate e 388 le enoteche segnalate. Questi, infine, i Migliori Premi Nazionali Qualità-Prezzo: Miglior Rosso è il Frappato ’21 Biscaris, Miglior Bianco il Riviera Ligure di Ponente Pigato Ma René ’21 BioVio, Miglior Rosato il Cerasuolo d’Abruzzo ’21 Cingilia, Miglior Bollicina il Brut Dryas, Miglior Dolce il Moscato d’Asti Canelli Collezione 56 ’21 Vallebelbo, Miglior Vino entro i 5 Euro RGC Groppello ’20 Saottini. Insomma, una guida che può diventare un regalo gradito da mettere sotto l’albero di Natale.

Clara Ippolito

www.gamberorosso.it

Autore: dicoppaedicoltello

È tutta colpa del Galateo di Giovanni della Casa, se poi sono diventata una giornalista enogastronomica. Quella tesi di laurea, infatti, mi fece da apripista. Mettiamoci pure, poi, che ho scritto parecchio sul linguaggio della tavola per la Treccani, che ho lavorato per il glorioso Paese Sera, per il Gambero Rosso, Horeca Magazine, Saporie.com, Julienne ed Excellence Magazine. E per non farmi mancare nulla sono stata anche caporedattore di Gusto Magazine e poi direttore di Torte. Insomma, per non farla troppo lunga è un po’ di tempo che parlo di cibo e di vino: da quattro anni anche sulle pagine del magazine italo-tedesco Buongiorno Italia e ora sul mio sito DiCoppa&DiColtello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...